e-Commerce in Italia: dati e primati del 2017

 

I dati elaborati dall’Osservatorio eCommerce B2c del Politecnico di Milano sono molto eloquenti: nel 2017 22 milioni di italiani, di cui 16,2 sono utenti abituali, hanno completato almeno un acquisto online. Inoltre, per la prima volta nella storia dei siti di eCommerce italiani, il valore dell’acquisto di prodotti come libri, informatica, cibo, cosmetici e abbigliamento, ha superato quello dei servizi come prenotazioni, rc auto, biglietti eventi, crescendo del 28% rispetto all’anno precedente.

Il giro d'affari provenienti dai portali di eCommerce ha raggiunto i 23,6 miliardi di euro, segnando un aumento del 17% rispetto all'anno precedente. A conferma di questa forte crescita, un altro dato descrive bene la situazione attuale: Poste Italiane ha rilevato infatti che nei primi sei mesi del 2017 sono stati consegnati 25 milioni di pacchi; e ha previsto di superare quota 50 milioni entro gennaio 2018.

È vero che il boom degli acquisti online non ha ancora portato in Italia alla nascita di colossi come Amazon, ci stiamo però arrivando: la Camera di Commercio di Milano ha rilevato nel 2016 una crescita del 10% delle imprese dedicate agli acquisti online e ben del 118% negli ultimi 6 anni. Numeri che spiegano benissimo quanto sia importante per un’azienda oggi dotarsi di un sito eCommerce per estendere le possibilità di acquisto dei propri clienti.

 

Alt

 

Le novità, d’altro canto, non sono destinate a finire: si parla già di organizzare periodi di sconti molto lunghi, sul modello delle fortunatissime iniziative di Amazon, come il sito “In attesa del Black Friday”, che ha preceduto il giorno del Black Friday. Si sta inoltre lavorando per una sempre maggiore personalizzazione dell’esperienza di acquisto: si vuole dare a ogni utente accesso a contenuti unici, appoggiandosi alla sua cronologia di navigazione, alle sue ricerche online, alla sua posizione geografica.

Nel 2016 abbiamo assistito al boom dei metodi di shopping assistito, quali chat e collegamenti con Whatsapp e nel 2017 sono apparsi i primi chatbots, le prime intelligenze artificiali al servizio dell’eCommerce. Qual è l’impatto di queste nuove tecnologie sulla vendita online? Si è visto che un utente è più incline all’acquisto in seguito a una sessione di chat, con un conversion rate più alta e una spesa superiore di un utente normale.

Un altro aspetto, che in Italia deve ancora affermarsi pienamente è quella dell’esperienza multicanale. Con questo tipo di funzionalità, un utente che inizia l’acquisto dallo smartphone potrebbe terminarlo sul pc di casa e farsi recapitare la merce in un negozio fisico della catena del venditore: un servizio di questo tipo dev’essere correttamente fruibile su tutti i dispositivi e una completa system integration.

 

Alt

 

Una questione strettamente legata allo stato dell’arte degli eCommerce in Italia è l’internazionalizzazione. L’Italia, d’altro canto, è nota per essere terra di turismo e prodotti di riconosciuta eccellenza, apprezzati in tutto il mondo. Una grossa fetta del mercato eCommerce italiano è del resto riferito al turismo, dall’acquisto di biglietti per  trasporti alla prenotazione di alloggi. Per non parlare di settori quali food, abbigliamento, arredamento e design, tutti in costante ascesa. Secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale, il 16% dell’export italiano è riferito all’eCommerce, una cifra che può ancora crescere, attraverso il miglioramento delle traduzioni dei siti, della gestione dell’IVA e delle spedizioni, e una maggiore responsività e capacità di adattarsi a usi e stili di acquisto online differenti.

Un ultimo tema dell’eCommerce del futuro è quello dell’acquisto “senza portafogli”, tramite servizi quali Apple Pay, Amazon Pay, PayPal e Satispay. L’integrazione di questi sistemi di pagamento rapidi ed efficienti porta un incremento delle vendite e la possibilità monitorare in modo più efficiente le transazioni e le abitudini dei propri clienti. In questi anni stanno inoltre uscendo dispositivi alternativi abilitati al pagamento, dagli smartwatch al “Token”, l’anello intelligente, e che le tecniche per rendere sicuro il riconoscimento del possessore si stanno evolvendo, integrando analisi biometriche come volto o retina. Presto il mercato dovrà nuovamente evolversi e adattarsi verso l’integrazione di queste soluzioni dal sapore già “fantascientifico”!

 

Per concludere questa panoramica sul tema dell’eCommerce, dello stato attuale in Italia e delle prospettive per il futuro del commercio online, possiamo dire che il nostro team di esperti di Archibuzz è al tuo servizio per sviluppare non solo un sito eCommerce responsive, ottimizzato, funzionale, dalla grafica accattivante e in grado di fronteggiare tutte le sfide di questa tecnologia in costante evoluzione: possiamo anche aiutarti in tutte le fasi del processo di vendita online, a partire dall’attività di remarketing attraverso gli strumenti di Google, l’email marketing e gli annunci di Facebook; fino a organizzare insieme a te una strategia di content marketing che possa dare la giusta visibilità ai tuoi prodotti, svolgendo in parallelo un’attività di monitoraggio e di analisi dei risultati che ci permetta in ogni circostanza di fare le azioni giuste per potenziare il tuo business.

Hai un progetto di eCommerce e hai bisogno di supporto per realizzarlo? Raccontaci la tua idea: insieme costruiremo la strategia giusta per portarla al successo.